Fatturazione Elettronica per Albergatori e Ristoratori

Dal 1 gennaio 2019 è obbligatoria la fatturazione
elettronica tra privati. Quest’ultima coinvolge sia tutti gli scambi tra
possessori di partita IVA (B2B – Business To Business) sia tra possessori e consumatori finali (B2C – Business To Consumer).
Sono interessati dagli adempimenti connessi alla
fatturazione elettronica quindi anche ristoratori e albergatori. In particolare
è bene ricordare che un ristoratore o albergatore è sempre tenuto a emettere uno scontrino o
una ricevuta fiscale, tranne nel caso in cui un cliente chieda esplicitamente
l’emissione della fattura, in questo caso sarà obbligatorio crearla in formato
XML, inviarla tramite SdI e fornire copia cartacea al richiedente (a meno che
quest’ultimo non vi rinunci) infine conservarla a norma.
Il dettaglio degli adempimenti a carico dei commercianti al
dettaglio, ristoratori e albergatori è contenuto nella risposta dell’Agenzia
delle entrate all’interpello n. 7 del 16 gennaio 2019 in occasione del quale
sono state fornite indicazioni precise:
– In caso di fatturazione differita il titolare deve
emettere una ricevuta o scontrino da usare come strumenti assimilabili a un DDT
subito e all’atto di emissione della fattura differita (che può essere emessa
entro il 15 del mese successivo) i corrispettivi documentati dallo scontrino o
ricevuta devono essere scorporati dal totale giornaliero dei corrispettivi
– In caso di emisione di fattura immediata invece, il
titolare ha al massimo 12 giorni a disposizione per emettere la fattura e nel
frattempo la prestazione può essere giustificata dalla ricevuta del POS, un
documento commerciale o dalla copia della fattura emessa.
Per eseguire questo passaggio in maniera più semplice e
automatica è possibile utilizzare soluzioni offerte da provider certificati,
come Aruba che ha creato una WebApp chiamata per l’appunto ‘Fatturazione
Elettronica’.

Esistono tuttavia diversi altri sistemi per la gestione della Fatturazione Elettronica che potrete trovare online, con una semplice ricerca su Google.

Per quel che riguarda la Patrioli Food, occorre comunicarci il Vostro codice univoco SDI o la vostra PEC per ricevere le fatture direttamente nel cassetto fiscale o tramite PEC.

Fonte: Www.pmi.it
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Hai un'attività e vuoi conoscerci meglio?

Contattaci per prenotare un appuntamento con un nostro consulente.
Potrai visualizzare il nostro catalogo e scoprire tutte le promozioni dedicate ai clienti Patrioli.

Ultimi prodotti inseriti