Quinoa, il “riso” dalle molteplici qualità

La
Quinoa, prodotto tanto di moda negli ultimi tempi, è un alimento molto
particolare e che può essere utilizzato in un’infinità di modi diversi. Va bene
per preparare minestre, insalatone, contorni ma anche timballi e torte salate.
Le
sue virtù però non finiscono qui, infatti, contrariamente a quanto molti
pensano, essa non è un cereale ma una pianta erbacea che fa parte delle
Chenopodiacee (come anche gli spinaci e le barbabietole). Per questo motivo è
una materia prima gluten free ed è
quindi indicata per persone celiache o che vogliono seguire un’alimentazione a
basso contenuto di carboidrati.
Storicamente
la sua coltivazione è originaria degli altopiani del Sud America, in
particolare del Perù e della Bolivia, per questo viene soprannominata “riso
degli Inca”.
Nella
quinoa però sono presenti anche due elementi scomodi: gli ossolati e la
saponina.
Gli
ossolati sono da evitare per chi soffre di osteoporosi e calcoli renali mentre
le saponine provocano un rallentamento nell’assorbimento dei nutrienti.
Va
sottolineato che entrambi questi ultimi hanno conseguenze sulla salute delle
persone solo se mangiati in quantità importanti e da persone sensibili.
Per
evitare di ingerirli basta lavare bene la quinoa con acqua salata e tostarla in
padella prima di aggiungere l’acqua per la cottura. Questo processo dona anche
un sapore più piacevole al prodotto.
E una bella ricetta per la Quinoa?! Eccola:
Quinoa in insalata con verdurine novelle e feta.
Ingredienti
per 4 persone:
  • 350g di quinoa
  • 170g di
    taccole
  • 150g di carote
  • 150g di
    zucchine
  • 30g di succo
    di limone
  • 40g di feta
  • 30g di olio
    extravergine di oliva
  • 5g di
    finocchietto
  • 5g di basilico
  • Sale e pepe q.
    b.
Preparazione:
Sciacquare
la quinoa sotto acqua corrente e farla tostare in padella. Poi farla bollire in
acqua salata (8g di sale per litro di acqua).
Intanto
tagliare tutte le verdure a julienne lunga. Sbianchire in acqua bollente salata
per 1 minuto.
Quando
la quinoa sarà cotta il suo volume sarà più o meno dupliato. Scolarla e senza
farla raffreddare aggiungere l’olio, le verdure precedentemente sbianchite, il
finocchietto, il succo di limone, sale e pepe.
Quando
si raffredda sarà pronta per essere impiattata, potete decorare con piccole
foglie di basilico e aggiungere la feta. 
Crediti: Ristoranti, giugno-luglio
2019
Crediti immagini: Google Immagini 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Hai un'attività e vuoi conoscerci meglio?

Contattaci per prenotare un appuntamento con un nostro consulente.
Potrai visualizzare il nostro catalogo e scoprire tutte le promozioni dedicate ai clienti Patrioli.

Ultimi prodotti inseriti

PATRIOLI FOOD SRL

SEDE LEGALE
CORSO CAVALLOTTI, 31 – 28100 NOVARA

SEDE OPERATIVA
VIA VALLETTA, 4 – 28060 SAN PIETRO MOSEZZO (NO)

TEL 0321.53.117 – FAX 0321.53.255
P.IVA 02395200039 – R.E.A. NOVARA 233864
CAP.SOC. 100.000,00€ I.V. – [email protected]

PRIVACY POLICYCOOKIE POLICY

POWERED BY FROGLAB