Intolleranze Alimentari: impariamo a conoscerle

Negli ultimi anni è cresciuto il numero di persone che soffrono di introlleranze alimentari, ma non sempre il settore Ho.Re.Ca. si dimostra attento a questa particolare patologia. Vediamo più in dettaglio intolleranze, allergie e celiachia.

Partiamo dalle basi, cosa vuol dire intolleranza alimentare? Si tratta della difficoltà del corpo mano di digerire determinati alimenti con la conseguente comparsa di sintomi come gonfiore addominale, cefalea, diarrea, disturbi respiratori o dermatologici, ecc.
L’intolleranza è spesso dose-dipendente, quindi può dipendere dal quantitativo di cibo/elemento che si assume e per questo non è sempre facile da diagnosticare.
Una delle più diffuse è quella legata al lattosio: nei soggetti che presentano questa patologia è assente l’enzima Lattasi che scinde il lattosio per renderlo più digeribile.

Diverso è il discorso dell’allergia alimentare dove qui si ha una reazione immunitaria che è scatenata dall’ingestione di un determinato componente dell’alimentazione a cui l’organismo è sensibile. Le allergie non sono dose-dipendenti e la reazione del corpo avviene anche con piccole quantità.
Un esempio, anche in questo caso è legato alla caseina, ossia la proteina del latte. Spesso, infatti, le allergie riguardano le proteine degli alimenti.

Ultimo punto di attenzione riguarda la celiachia, che rappresenta una grave patologia dell’appareto digerente legata all’intolleranza di una proteina, il glutine, presente in molti cereali. In questo caso si ha, nel soggetto, una massiva attivazione del sistema immunitario con l’intestino tenue che non riesce ad assorbire le sostanze nutritive. Questo comporta un’alterazione fisica molto grave.

Secondo alcuni studi il 50% della popolazione italiana è intollerante al lattosio e sempre più persone sono celiache o sensibili al glutine, in quanto spesso, negli ultimi anni, questi due elementi sono utilizzati come additivi alimentari e quindi presenti anche in prodotti che normalmente non li conterrebbero, come salumi, marmellate e preparati per cucina.

Nel prossimo articolo vedremo come comportarsi in ristorazione con qualche consiglio e qualche punto di attenzione per chi opera nel settore Ho.Re.Ca.

Crediti Articolo:
Barbara Panterna – QI – Star Bene a Tavola – Agosto-Settembre 2019 – pagg. 28-29


Crediti immagini:

Photo by Dan Gold on Unsplash

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Hai un'attività e vuoi conoscerci meglio?

Contattaci per prenotare un appuntamento con un nostro consulente.
Potrai visualizzare il nostro catalogo e scoprire tutte le promozioni dedicate ai clienti Patrioli.

Ultimi prodotti inseriti