Dal 26 aprile riaprono bar e ristoranti

Ci siamo! E’ praticamente ufficiale, ma dal 26 Aprile si potranno riaprire i bar ed i ristoranti, anche di sera, con servizio al tavolo, purchè questo sia all’aperto. Rimangono, come è corretto che sia, il distanziamento e le mascherine, oltre che il coprifuoco alle 22. Tutto questo, lo chiariamo, sarà valido per le regioni in zona gialla. Per i ristoranti al chiuso, invece, la data da considerare è l’1 giugno (ipotetica).

Sicuramente è una novità che si attendeva da tanto tempo, una richiesta fatta dai ristoratori e che ha portato anche a proteste e manifestazioni di categoria molto accese. La novità di poter riaprire la sera è sicuramente quello che più interessava in quanto, secondo i dati riportati dal sito Foodservice, la fascia serale vale l’80% del fatturato del comparto.

Cosa ha detto Draghi: “Il governo con questa decisione ha preso un rischio ragionato sui dati, in miglioramento, dalla pandemia“, ha spiegato, “ma questo rischio si fonda sull’idea che i comportamenti alla base dei protocolli di riapertura siano rispettati, come l’uso delle mascherine e il distanziamento“. Gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico, dovranno verificare la validità dei protocolli elaborati ed eventualmente apportare modifiche, ma in linea di massimo l’idea alla base è quella che questa riapertura sia possibile.

Alcune linee guida:

Nei locali è consigliato di privilegiare l’accesso all’esercizio tramite prenotazione, mantenendo l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per 14 giorni. E’ ovviamente consentito, qualora lo spazio lo consenta, l’accesso senza prenotazione.

Le indicazioni del protocollo prevedono che ci sia una separazione di almeno 1 metro tra i tavoli negli spazi all’aperto. Le distanze possono essere ridotte con barriere fisiche di separazione (pannelli di plexiglass, ad esempio). I clienti dovranno indossare la mascherina quando sono seduti al tavolo ed in ogni momento della presenza nel locale.

E’ consigliato di favorire la consultazione online del menù tramite soluzioni digitali, oppure di predisporre menù in stampa plastificata, così che possano essere disinfettati dopo l’uso.

Si tratta, senza dubbio, di una bella boccata d’ossigeno per il mondo della ristorazione, ovviamente solo nelle zone gialle, che con il distanziamento dei tavoli, l’uso delle mascherine e il servizio esterno, potranno riprendere a lavorare e portare, perchè no, un bel po’ di serenità in questo periodo difficile.

Crediti articolo: https://www.foodserviceweb.it/2021/04/16/ristoranti-dal-26-aprile-via-libera-ai-tavoli-allaperto-in-zona-gialla/?utm_source=newsletter&utm_medium=email

Crediti immagini: Foto di Tirachard Kumtanom da Pexels

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Hai un'attività e vuoi conoscerci meglio?

Contattaci per prenotare un appuntamento con un nostro consulente.
Potrai visualizzare il nostro catalogo e scoprire tutte le promozioni dedicate ai clienti Patrioli.

Ultimi prodotti inseriti

PATRIOLI FOOD SRL

SEDE LEGALE
CORSO CAVALLOTTI, 31 – 28100 NOVARA

SEDE OPERATIVA
VIA VALLETTA, 4 – 28060 SAN PIETRO MOSEZZO (NO)

TEL 0321.53.117 – FAX 0321.53.255
P.IVA 02395200039 – R.E.A. NOVARA 233864
CAP.SOC. 100.000,00€ I.V. – [email protected]

PRIVACY POLICYCOOKIE POLICY

POWERED BY FROGLAB